Danni da errore medico

Danni da errore medico

Una ex paziente citava un medico ginecologo in giudizio per ottenere il risarcimento di tutti i danni cagionati dalla condotta asseritamente imperita del sanitario nell’esecuzione del parto. La donna sosteneva, infatti, che la grave patologia del figlio fosse stata causata da un’ipossia neonatale generata dal colpevole ritardo del mio assistito nell’effettuare un cesareo d’urgenza. Dietro richiesta di entrambe le parti, il Giudice incaricato nominava un perito d’ufficio il quale, nella propria relazione finale, evidenziava che, al momento della nascita, il bambino non presentava alcun sintomo di ipossia neonatale ed anzi era in ottima salute. Anche in virtù degli esiti della consulenza tecnica d’ufficio, il Giudice rigettava l’azione risarcitoria avanzata nei confronti del mio cliente.