Interessi usurari e anatocistici

Interessi usurari e anatocistici

In difesa di una banca citata in un giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo, ho contestato in toto le tesi di controparte, segnalando che l’istituto di credito non avesse né violato il divieto di anatocismo né avesse applicato tassi di interesse usurari rispetto a quello stabilito dalla Banca d’Italia nel periodo di riferimento. Mi sono, inoltre, opposta alla pur avanzata richiesta di consulenza tecnica, poiché meramente esplorativa e finalizzata a colmare le lacune probatorie di parte opponente. Il Giudice di primo grado ha rigettato pertanto l’opposizione, condannando il soccombente alla rifusione delle spese di giudizio.